Paul Beatty e il tempo dell’ironia

Posted on Updated on

Venerdì 18 novembre

beattyAlle ore 12, Aula Magna Liceo Classico e Linguistico Carlo Alberto, baluardo Lamarmora 8/c, Novara. Incontro con i giovani a partire da Lo schiavista (Fazi). Introduce Lara Ricci del “Sole 24 Ore”
Paul Beatty, nato nel 1962 a Los Angeles, ha studiato scrittura creativa al Brooklyn College e psicologia alla Boston University. Vive a New York. È stato il primo scrittore americano ad essersi aggiudicato, nel 2016, il Man Booker Prize con il romanzo The Sellout (tradotto in Italia da Fazi con il titolo Lo schiavista), satira feroce e geniale sulla razza e la giustizia sociale. Secondo la storica Amanda Foreman, che presiedeva la giuria, il libro «raggiunge il centro della società americana contemporanea con feroce umorismo, un’ironia tagliente che si può trovare nelle opere di Swift o Twain». Tra gli altri romanzi usciti in Italia: Il blues del ragazzo bianco (Baldini & Castoldi 1997), Tuff e la sua banda (Mondadori, 2000), Slumberland (Fazi, 2010)

«Ormai è ufficiale: i negri sono esseri umani. Lo dicono tutti, perfino gli inglesi. Non ha importanza se ci credono davvero; siamo mediocri e banali come il resto della specie»