scrittori&giovani

Vanni Oddera e la ricerca della felicità

Posted on Updated on

Mercoledì 22 novembre, ore 11, Istituto Tecnico Agrario Bonfantini, corso Risorgimento 405, Novara.
Incontro a partire da Il grande salto (Ponte alle Grazie).

Vanni Oddera, nato a Savona nel 1980, è un campione di motocross freestyle di fama mondiale. Tutto muscoli e tatuaggi, è cresciuto in un paesino dell’Appennino Ligure finché a soli 12 anni gli viene diagnosticata una patologia che lo obbligherebbe a non affaticarsi. Vanni ha addirittura dato vita a un progetto di “mototerapia” dedicata ai disabili che, nel corso di spettacoli di motocross acrobatica, possono vivere in prima persona le emozioni e l’adrenalina del freestyle.

 

Il grande salto (Ponte alle Grazie): Un bambino selvatico e sgraziato, che preferisce la solitudine e l’amicizia degli animali a quella dei coetanei. Un rapporto privilegiato con il nonno, suo maestro e complice, e un profondo legame con il bosco, unico luogo di libertà e armonia. Una «vita spericolata» fin dall’infanzia e dall’adolescenza, sempre alla spasmodica ricerca di un confine da superare, di una regola da infrangere. Questo è Vanni, e questo il suo grande sogno: saltare l’ostacolo, colmare il vuoto insopportabile che è dentro ognuno di noi. La sua è una vita fatta di slanci e rovinose cadute, da cui però sa sempre rialzarsi, mosso da un coraggio e un’energia più forti di qualunque limite. E questo è il suo racconto, frenetico e commovente. Vanni Oddera, campione mondiale di Freestyle Motocross, non è solo il protagonista di spericolate evoluzioni in sella alla sua moto, ma un uomo trasparente che non si vergogna dei propri difetti ed eccessi, e che sa donarsi agli altri con estrema generosità: è la «droga dell’amore del mondo», la felicità di regalare «il vento in faccia» a qualcuno che non ha mai provato una simile ebbrezza. Quel bambino solitario e insofferente ha vinto la sua gara, spazzando via ogni barriera, cancellando la paura. E non ha mai smesso di volare.

«Se si salta da soli è solo un sogno, se si salta insieme è la vita che inizia davvero»

Mostra su Sebastiano Vassalli: la nascita di uno scrittore

Posted on Updated on

Giovedì 23 novembre, ore 18, Biblioteca Civica Negroni, corso Cavallotti 4, Novara.
Mostra La nascita di uno scrittore: Vassalli prima della Chimera con l’annuncio del progetto
“Archivio Sebastiano Vassalli”. Intervengono Roberto Cicala, Linda Poncetta e Giovanni Tesio.

Del grande autore novarese scomparso nel 2015, una delle personalità più importanti nella storia della città, è ripercorso per la prima volta l’itinerario biografico, professionale e artistico prima del capolavoro che lo lancia nel mondo delle lettere, La chimera del 1990. Sono esposti libri, lettere, documenti, fotografie e oggetti.

 

«Quando le eterne domande e le eterne risposte non portavano da nessuna parte e la ricerca del nuovo era una stupidaggine»

Marco Scardigli e la ricerca della pace

Posted on Updated on

Lunedì 20 novembre, ore 20, Circolo dei lettori, via Rosselli 20, Novara.
Cena letteraria con lo scrittore Marco Scardigli, autore di Il viaggiatore di battaglie (Utet), euro 30 compresa copia del libro autografato e dedicato dall’autore (prenotazioni allo 0321 1992282 entro venerdì 17 novembre).

Marco Scardigli, nato a Novara nel 1959, quando non si dedica ai romanzi gialli scrive di guerra, soprattutto delle battaglie della storia d’Italia. Peccato che sia un convinto pacifista. Tra i suoi libri storici: La lancia, il gladio, il cavallo, Le battaglie dei cavalieri. L’arte della guerra nell’Italia medievale, Cavalieri, mercenari e cannoni. L’arte della guerra nell’Italia del Rinascimento editi da Mondadori e, con Andrea Santangelo, Le armi del diavolo. Anatomia di una battaglia: Pavia 24 febbraio 1525 (Utet). Nel 2016 esce Celestina, la cui vicenda trae spunto da un fatto realmente accaduto a Novara nel 1902.

 

Il viaggiatore di battaglie (Utet): Nel momento della battaglia, le nazioni, i popoli e gli eserciti mettono in campo tutto ciò che possiedono per ottenere la vittoria: cultura, etica, tecnologia, arte, coesione sociale, inventiva, ricchezza, fede, organizzazione. In un lasso di tempo breve, a volte poche ore, tutto questo si concentra e si contrae in uno spazio esiguo, come in certe catastrofi astronomiche, quando una stella esplode e sprigiona in un singolo istante enormi quantità di energia che si lasciano dietro solo polvere e detriti, e nessun ricordo di sé.
Sono infatti innumerevoli, nella storia d’Italia, i racconti deformati, le memorie studiate a tavolino, le dimenticanze volute e anzi ricercate. E così, dalla scaramuccia all’epopea, dalla vittoria strategica alla battaglia campale, spesso la Storia non lascia alcuna traccia nei luoghi dov’è passata.
Il viaggiatore di battaglie è allora colui che ostinatamente va alla ricerca di quella polvere e di quei detriti, che si mette in ascolto, in cerca dell’eco e delle vibrazioni superstiti di quella lontana esplosione.
Fra monumenti e ossari, musei e manifestazioni, documenti e poesia, Marco Scardigli ci conduce alla scoperta dei grandi campi di battaglia italiani, insegnandoci a leggerne le tracce rimaste o la loro muta assenza. Attraversando più di venti secoli di storia d’Italia, riviviamo allora le antiche guerre combattute in Sicilia; saliamo sulla torre di San Martino e passeggiamo attraverso il Risorgimento; a Marsala e a Caprera inseguiamo Garibaldi e il suo mito; sul Carso ripercorriamo le trincee della Grande Guerra; infine rivolgiamo un pensiero alle tragedie del passato più recente.
Perché recuperare la memoria delle battaglie passate non significa tanto celebrare la guerra, quanto preservare la Storia e, con essa, il valore sofferto della pace.

«Finché non si gira la prima carta dentro al mazzo ci stanno tutte le vite del mondo»

Silvia Avallone e la ricerca del riscatto

Posted on

Giovedì 23 novembre, ore 11, Liceo Classico e Linguistico Carlo Alberto, baluardo La Marmora 8/c, Novara.
Incontro con i giovani a partire da Da dove la vita è perfetta (Rizzoli).

Silvia Avallone, nata a Biella nel 1984, è narratrice e poetessa. Collabora con il “Corriere della Sera”. Si è trasferita a Bologna, dove si è laureata prima del suo romanzo d’esordio Acciaio (2010) che vince il premio Campiello Opera Prima, il premio Flaiano, il premio Fregene e si classifica secondo al premio Strega 2010, tradotto in 23 lingue. Da Acciaio è tratto il film omonimo del 2012 e al libro è ispirata l’omonima canzone di Noemi che apre l’album Made in London del 2014.

Da dove la vita è perfetta (Rizzoli): C’è un quartiere vicino alla città ma lontano dal centro, con molte strade e nessuna via d’uscita. C’è una ragazzina di nome Adele, che non si aspettava nulla dalla vita, e invece la vita le regala una decisione irreparabile. C’è Manuel, che per un pezzetto di mondo placcato oro è disposto a tutto ma sembra nato per perdere. Ci sono Dora e Fabio, che si amano quasi da sempre ma quel “quasi” è una frattura divaricata dal desiderio di un figlio. E poi c’è Zeno, che dei desideri ha già imparato a fare a meno, e ha solo diciassette anni. Questa è la loro storia, d’amore e di abbandono, di genitori visti dai figli, che poi è l’unico modo di guardarli. Un intreccio di attese, scelte e rinunce che si sfiorano e illuminano il senso più profondo dell’essere madri, padri e figli. Eternamente in lotta, eternamente in cerca di un luogo sicuro dove basta stare fermi per essere altrove. Silvia Avallone ha parole come sentieri allungati oltre un orizzonte che davamo per scontato. Fa deflagrare la potenza di fuoco dell’età in cui tutto accade, la forza del destino che insegue chi vorrebbe solo essere diverso. Apre finestre, prende i dettagli della memoria e ne fa mosaici. Sedetevi con lei su una panchina e guardate lontano, per scoprire che un posto da dove la vita è perfetta, forse, esiste.

«Il loro volto era sempre strano quando la guardavano… Come si fa con le imperfezioni, con le cose scadenti»

Edizione 2017 “la ricerca”: svelato il programma

Posted on Updated on

La nuova edizione del festival Scrittori&giovani sta per iniziare. Al via ufficiale da mercoledì 15 novembre 2017. Come sempre a partecipare alle giornate di festival sono soprattutto i giovani con le loro scuole, ma il festival si apre anche a incontri pomeridiani e serali per il pubblico adulto, durante tutta la settimana che va dal 15 al 25 novembre 2017. Di seguito il programma generale del festival:

 

 

 

 

 

Programma completo dell’edizione 2017
del festival internazionale Scrittori&giovani

Mercoledì 15 novembre. ANTEPRIMA

Ore 21: Salone d’onore della Prefettura, Palazzo Natta, piazza Matteotti 1, Novara, cerimonia d’apertura con Clara Sánchez, autrice di La forza imprevedibile delle parole (Garzanti), a colloquio con Annarita Briganti di “Repubblica”

 

Giovedì 16 novembre

Ore 21,30: Arengo del Broletto, via Rosselli 20, Novara, incontro con Simonetta Agnello Hornby, autrice di Nessuno può volare (Feltrinelli), a colloquio con Barbara Cottavoz, interviene George Hornby

 

Venerdì 17 novembre

Ore 10,30: Castello di Novara, lezione magistrale di Alessandro Barbero sul tema “Raccontare e spiegare le guerre” in occasione dell’uscita del libro Caporetto (Laterza)

Ore 11: ITI Leonardo da Vinci, via Aldo Moro 13, Borgomanero, incontro con il premio Bancarella Matteo Strukul, autore di I Medici (Newton Compton)

Ore 18: Circolo dei lettori, via Rosselli 20, Novara, incontro con Matteo Strukul, a colloquio con Eleonora Groppetti

 

Sabato 18 novembre

Ore 17: Circolo dei lettori, via Rosselli 20, Novara, reading musicale di Francesco Sole, autore di Ti voglio bene. #poesie (Mondadori)

Ore 20: Piccolo Teatro Grassi, via Rovello 2, Milano, reading di Gian Luca Favetto, autore di Il viaggio della parola (Interlinea), con musica di Fabio Barovero

 

Domenica 19 novembre

Ore 12,30: Fondazione Adolfo Pini, corso Garibaldi 2, Milano, Lyra giovani: una nuova generazione di poeti, con Franco Buffoni e Roberto Cicala che presentano Marco Corsi e Maddalena Bergamin

Ore 15: Libreria Mondadori, via Cavour 4, Vercelli, incontro e firma copie con Gianrico Carofiglio autore di Le tre del mattino (Einaudi)

Ore 16,30: Circolo dei lettori, via Rosselli 20, Novara, tè con Margherita Oggero, autrice di Non fa niente (Einaudi)

 

Lunedì 20 novembre

Ore 11: Liceo Artistico Musicale e Coreutico Felice Casorati, Via Greppi 18, Novara, appuntamento con Enrico Palandri, autore di L’inventore di se stesso (Bompiani)

Ore 11: Istituto Professionale Bellini, via Liguria 5, Novara, incontro con Saverio Tommasi, autore di Siate ribelli, praticate gentilezza (Sperling&Kupfer)

Ore 12: Istituto Tecnico Industriale Fauser, Via Ricci 14, Novara, incontro con Kader Abdolah, autore di Il corvo e Scrittura cuneiforme (Iperborea)

Ore 18: Biblioteca Civica Negroni, corso Cavallotti 6, Novara, incontro con Saverio Tommasi, a colloquio con Barbara Bozzola, in diretta streaming

Ore 20: Circolo dei lettori, via Rosselli 20, Novara, cena letteraria con Marco Scardigli, autore di Il viaggiatore di battaglie (Utet), libro con dedica compreso nel menu (prenotazioni allo 0321 1992282 entro venerdì 17 novembre)

 

Martedì 21 novembre

Ore 10: Liceo delle Scienze Umane Bellini, baluardo La Marmora 10, Novara, incontro con Paola Calvetti, autrice di Gli innocenti (Mondadori)

Ore 12 e ore 15: Liceo delle Scienze Umane Bellini, baluardo La Marmora 10, Novara,
“Omaggio ai libri cavallereschi tra Ariosto e Boiardo”, interviene Andrea Canova

Ore 18: Aula Magna della Scuola di Medicina UPO, via Solaroli 17, incontro con Tiziana Ferrario, autrice di Orgogli e pregiudizi (Chiarelettere), a colloquio con Paolo Pomati, Silvia Garavaglia e Fabrizia Fantini

 

Mercoledì 22 novembre

Ore 10: Liceo Scientifico Antonelli, via Toscana 20, Novara, incontro con Laura Pariani, autrice di La foto di Orta (Interlinea)

Ore 10: Istituto Professionale Statale Ravizza, via Odescalchi 11, Novara, incontro con Paolo Taggi, autore di Di niente, del mare (Interlinea)

Ore 11: Istituto Tecnico Agrario Bonfantini, corso Risorgimento 405, Novara, incontro con Vanni Oddera, autore di Il grande salto (Ponte alle Grazie)

Ore 12: Istituto Professionale Statale Ravizza, corso Risorgimento 405, Novara, incontro con Paolo Taggi

 

Giovedì 23 novembre

Ore 11: Liceo Classico e Linguistico Carlo Alberto, baluardo La Marmora 8/c, Novara, incontro con Silvia Avallone, autrice di Da dove la vita è perfetta e Acciaio (Rizzoli)

Ore 11: ITI Omar, b.do La Marmora 12, Novara, incontro con Fabio Genovesi, autore di Il mare dove non si tocca (Mondadori), a colloquio con Erica Bertinotti

Ore 18: Biblioteca Civica Negroni, corso Cavallotti 4, Novara, mostra “La nascita di uno scrittore: Vassalli prima della Chimera”

Ore 21: Archivio di Stato, via dell’Archivio 2, Novara, incontro con Fabio Genovesi, a colloquio con Alessandro Barbaglia

 

Venerdì 24 novembre

Ore 10: Liceo Scientifico Fermi, via Montenero 15/A, Arona, incontro con Paolo di Paolo, autore di Mandami tanta vita (Feltrinelli)

Ore 11: Istituto tecnico Economico Mossotti, via Curtatone 5, Novara, incontro con Helena Janeczek, autrice di La ragazza con la Leica (Guanda)

Ore 12: Liceo Linguistico e delle Scienze Umane Galileo Galilei, Via Gentile 33, Gozzano, incontro con Federica Manzon, autrice di La nostalgia degli altri (Feltrinelli)

Ore 12: Liceo Scientifico Galileo Galilei, Via Aldo Moro 13, Borgomanero, incontro con Paolo di Paolo

Ore 12: Istituto Superiore Lagrangia, corso Italia 48, Vercelli, incontro con Jessica Alexander,
autrice di Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni (Newton Compton)

Ore 17: Libreria Mondadori, Via Cavour 4, Vercelli, appuntamento con Paolo di Paolo

Ore 18: Convitto Carlo Alberto, baluardo Partigiani 6, Novara, incontro con Jessica Alexander, dialogando con la giornalista Elena Ferrara

 

Sabato 25 novembre

Ore 12: Biblioteca del Centro Novarese di Studi Letterari, presso Sezione Novarese della Biblioteca Civica Negroni, corso Cavallotti 6, Novara, “I libri di uno scrittore giornalista: Enrico Emanuelli” con letture e presentazione del nuovo numero di “Microprovincia” nel 50° della morte dello scrittore, con Franco Esposito

Ore 14-17: Angolo delle Ore, Novara, Bookcrossing, con reading e musica del B&G Duo con Andrea Albini e Manuel Boschetti

 

ATTIVITÀ COLLATERALI

Laboratorio di scrittura creativa per disabili (Anffas) a cura di Giovanni Moreddu

Laboratorio di comunicazione social e giornalismo, a cura di Noisiamofuturo

Laboratorio di editoria

Concorso Booktrailer

Scrittori&giovani: a breve tutti i dettagli sull’edizione 2017 con tema “la ricerca”

Posted on Updated on

L’edizione 2017 del festival internazionale della letteratura “Scrittori&giovani” si terrà da giovedì 16 a sabato 25 novembre e avrà come tema “la ricerca”. Protagonisti tanto gli studenti delle scuole novaresi e della provincia tanto gli scrittori che saranno ospiti della manifestazione.

10 giorni a base di cultura aperti da un’apposita cerimonia, con invece, in chiusura, l’apprezzato bookcrossing all’aperto all’Angolo delle Ore, come da tradizione per quanto riguarda le ultime edizioni. Il programma completo, che sarà presto pubblicato, prevede la partecipazione di numerosi ospiti, e grazie a eventi nelle ore pomeridiane il destinatario sarà chiunque sia interessato, a prescindere dal fatto che frequenti o meno una scuola.

Presto sarà pubblicato il programma completo dell’edizione 2017.